Crea sito
You are here
Home > Varia > (AL) Spiritualità dell’amore esclusivo e libero 319-320

(AL) Spiritualità dell’amore esclusivo e libero 319-320

Napoli 8 al 9 febbraio 2017 – Stazione Marittima Convegno: Chiesa e Lavoro. Quale futuro per i giovani del Sud?

 

Spiritualità dell’amore esclusivo e libero 

319. Nel matrimonio si vive anche il senso di appartenere completamente a una sola persona. Gli sposi assumono la sfida e l’anelito di invecchiare e consumarsi insieme e così riflettono la fedeltà di Dio. Questa ferma decisione, che segna uno stile di vita, è una «esigenza interiore del patto d’amore coniugale»,[380] perché «colui che non si decide ad amare per sempre, è difficile che possa amare sinceramente un solo giorno».[381] Ma questo non avrebbe significato spirituale se si trattasse solo di una legge vissuta con rassegnazione. E’ un’appartenenza del cuore, là dove solo Dio vede (cfr Mt 5,28). Ogni mattina quando ci si alza, si rinnova davanti a Dio questa decisione di fedeltà, accada quel che accada durante la giornata. E ciascuno, quando va a dormire, aspetta di alzarsi per continuare questa avventura, confidando nell’aiuto del Signore. Così, ogni coniuge è per l’altro segno e strumento della vicinanza del Signore, che non ci lascia soli: «Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo» (Mt 28,20).

 

26 novembre 2016 Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ringrazia Papa Francesco per averlo ricevuto assieme ai volontari del servizio civile nazionale.

320. C’è un punto in cui l’amore della coppia raggiunge la massima liberazione e diventa uno spazio di sana autonomia: quando ognuno scopre che l’altro non è suo, ma ha un proprietario molto più importante, il suo unico Signore. Nessuno può pretendere di possedere l’intimità più personale e segreta della persona amata e solo Lui può occupare il centro della sua vita. Nello stesso tempo, il principio del realismo spirituale fa sì che il coniuge non pretenda che l’altro soddisfi completamente le sue esigenze. E’ necessario che il cammino spirituale di ciascuno – come indicava bene Dietrich Bonhoeffer – lo aiuti a “disilludersi” dell’altro,[382] a smettere di attendere da quella persona ciò che è proprio soltanto dell’amore di Dio. Questo richiede una spogliazione interiore. Lo spazio esclusivo che ciascuno dei coniugi riserva al suo rapporto personale con Dio, non solo permette di sanare le ferite della convivenza, ma anche di trovare nell’amore di Dio il senso della propria esistenza. Abbiamo bisogno di invocare ogni giorno l’azione dello Spirito perché questa libertà interiore sia possibile.

26 novembre 2016 Il ministro Poletti in udienza papale assieme ai volontari del servizio civile.

Count per Day

  • 57Questo articolo:
  • 40202Totale letture:
  • 36Letture odierne:
  • 26Letture di ieri:
  • 460Letture scorsa settimana:
  • 1195Letture scorso mese:
  • 24944Totale visitatori:
  • 23Oggi:
  • 23Ieri:
  • 362La scorsa settimana:
  • 942Visitatori per mese:
  • 48Visitatori per giorno:
  • 0Utenti attualmente in linea:
  • 7 novembre 2016Il contatore parte dal 07/11/2016:
Napoli 8 al 9 febbraio – Stazione Marittima Convegno: Chiesa e Lavoro. Quale futuro per i giovani del Sud?  | Comunicato Stampa – Papa Francesco, Presidente della Repubblica Mattarella, Presidente del Consiglio Gentiloni

 

Napoli 8 al 9 febbraio – Stazione Marittima Convegno: Chiesa e Lavoro. Quale futuro per i giovani del Sud?

Comunicato Stampa – Papa Francesco, Presidente della Repubblica Mattarella, Presidente del Consiglio Gentiloni

Top